Ciao ! Sono Sara, danzatrice professionista, insegnante di pilates. Sempre attiva (super attiva! :)).
Amo l'esercizio fisico per lavoro, ma anche e soprattutto per il mio benessere fisico e mentale, convinta che possa diventare davvero un piacere e non solo dovere!
Comunicativa e solare (così dicono di me!) , istintiva, curiosa, ironica (perché va bene tutto, tranne prendersi troppo sul serio!) CONTINUA A LEGGERE
pancia post parto marineuse

Pancia post parto: Ecco cosa fare!

La GRAVIDANZA è di certo uno dei momenti più forti, importanti e complessi della vita di una donna. Ma il POST, a volte, può esserlo anche di più.
Durante i nove mesi di attesa, si porta un esserino dentro di sé e tutti i cambiamenti fisici che avvengono appaiono naturali e funzionali a ciò che sta accadendo, soprattutto nel caso della Pancia post parto.

Nella fase Post Partum all’improvviso ci si vede “svuotate”e diverse!

Non ho esperienze dirette al riguardo (almeno per ora?!), ma sono a contatto con tante donne e amiche che mi raccontano di questo periodo molto delicato, a livello fisico e mentale.

A tale proposito ho chiesto ad una mia cara amica di raccontarmi in due righe la sua esperienza.
Lei è Lucilla Agosti, conduttrice televisiva e radiofonica, attrice e mamma di due meravigliosi bimbi, Cleo e Diego.

“Io sono mamma di due bambini. Quindi due gravidanze, due parti, due post partum. Due, diversi in tutto.
Forse l’unica cosa che è stata uguale in entrambi è la velocità con cui il mio corpo è tornato “normale”. Questo a molti sembra una fortuna grandissima ma vi garantisco che è stato più traumatico riavere indietro il mio corpo in 2 giorni, del vedere la mia pancia post parto crescere dolcemente mese dopo mese.
Nei primissimi mesi dopo il parto, ad alcune donne, la pancia manca molto. Io sono una di queste, mi è sempre mancato sentir muovere il mio bambino dentro di me, anche se era fuori tra le mie braccia. Chi ha figli credo possa capire quello che sto dicendo.
E poi c’è il lato psicologico. Credo che il primo figlio ti scombussoli più dei figli successivi. Almeno per me è stato così. Con cleo, che ora ha 6 anni, durante le prime settimane mi sono sentita incapace e sopraffatta dalla potenza del suo arrivo. Con Diego, arrivato 3 anni dopo, ero serena, calma e mooolto organizzata!
Insomma, su questo tema così personale, anche la stessa donna può vivere esperienze diverse e nuove di volta in volta.
E questo è un grande dono: l’unicità.”

Insomma, anche questa preziosissima testimonianza dimostra quanto sia delicato ed importante il periodo successivo al parto (non a caso ho deciso di partire parlando del POST prima della gravidanza stessa!).

Quindi liberiamoci da questo tabù!  E PARLIAMONE!

Pancia post parto

Ecco cosa fare, quando iniziare e a cosa fare attenzione

Partiamo dicendo che nel periodo del puerperio, che parte dalla nascita del bambino e si estende fino alla sesta settimana, il corpo della donna, a livello ormonale e di dimensione dell’utero, ritorna alle sue condizioni normali. Ovviamente i tempi sono molto soggettivi, e dipendono tanto anche dall’allattamento.

L’attività fisica può essere ripresa dopo 4 (non prima)/6 settimane all’incirca, o a fine sanguinamento per un parto normale, e dopo almeno 12 settimane da un parto cesareo. Comunque, in entrambi i casi, deve essere sempre il medico a dare il benestare.

Prima cosa alla quale fare attenzione (ma sarà cura principalmente del trainer, ma è giusto anche esserne consapevoli, qualora si decida di fare qualche esercizio a casa da sole) è che fino ad un anno, può continuare a diffondersi nel corpo la RELAXINA. La relaxina è l’ormone della gravidanza, che rende più lassi articolazioni e legamenti. I legamenti che ne risentono di più sono quelli della zona lombare e dell’area del sacro. Quindi è preferibile evitare l’ampiezza nei movimenti.

Il peso del bambino e della placenta hanno spinto sul pavimento pelvico, indebolendolo. Non a caso molte donne soffrono d’incontinenza. E Donne, dico. Non vergognatevi e non vi spaventate! È tutto normale e tutto passa! Diventa perciò utilissimo fortificare il pavimento pelvico (ancora meglio primo e/o durante la gravidanza). A tal proposito gli esercizi di Kegel sono molto efficaci, ed in generale gli esercizi basati sul metodo STOTT PILATES incoraggiano l’attivazione del pavimento pelvico.

Sicuramente i muscoli addominali (principalmente il retto dell’addome) dopo essere stati stirati in fase di gestazione, in alcuni casi dando anche origine ad una separazione/diastasi del retto, devono essere rafforzati.
Stesso vale per gli estensori della colonna, deltoide posteriore, psoas, trasverso… tutti quei muscoli che si sono indeboliti per via di problemi posturali legati allo stato di gravidanza ed al post ( iperlordosi e cifosi). Pensate anche solo al fatto di tenere il bambino tutto su un lato, o di allattare ricurve ripetutamente.

Riprendere l’attività fisica sicuramente dà grossi benefici al corpo, ma anche e soprattutto alla testa. È vero (e sono sicura che sia così) che il post partum sia un momento “magico ” per una mamma, in cui si crea il vero legame madre-figlio, ma è anche vero che non c’è nulla di male nel desiderare di voler ritornare ad avere il proprio corpo e la propria pancia, bella ed in forma.

 

Lascia un commento