Ciao ! Sono Sara, danzatrice professionista, insegnante di pilates. Sempre attiva (super attiva! :)).
Amo l'esercizio fisico per lavoro, ma anche e soprattutto per il mio benessere fisico e mentale, convinta che possa diventare davvero un piacere e non solo dovere!
Comunicativa e solare (così dicono di me!) , istintiva, curiosa, ironica (perché va bene tutto, tranne prendersi troppo sul serio!) CONTINUA A LEGGERE

Una postura corretta per vivere meglio

Quante volte, da piccolo, (ma, ahimè, le mamme italiane possono continuare fino a che ne hai 50!) ti sei sentito ripetere: -Stai Dritto con la schiena! Apri le spalle! Sei gobbo! Devi tenere una postura corretta…

Ecco. Chiariamo subito: stare dritti vuol dire tutto, ma, soprattutto niente. Perché la nostra colonna vertebrale non è dritta come un bastone! La schiena (sana) presenta delle curve naturali:

  • leggera curva anteriore (lordosi) del collo
  • leggera curva posteriore (cifosi) del torace
  • leggera curva anteriore (lordosi) della zona lombare

Ovviamente quando queste curve sono assenti o troppo pronunciate, quando, nella veduta laterale,  orecchie, spalle e bacino non sono allineati, e nella veduta posteriore una linea immaginaria ,che divide a metà il corpo, evidenzia che le due parti non sono simmetriche… possiamo parlare di postura scorretta.

Ma come fare per avere una postura corretta?

Senza entrare ovviamente nel “ginepraio” di patologie specifiche ed importanti, che solo un medico può trattare, vediamo insieme cosa puoi fare, nel tuo piccolo, per migliorare la tua postura.

Prima di tutto: perché?

Avere delle cattive abitudini posturali può portare diversi problemi a collo e schiena, oltre a trasmettere un’immagine meno attraente e sicura di noi.

Come si può migliorare? La prima cosa valida da fare (che te lo dico a fa’?!) è rieducare i nostri muscoli ad una nuova  posizione attraverso della ginnastica, pilates e/o yoga.

Lavorare sul CORE è fondamentale, perché il traverso e gli obliqui (addominali profondi) costituiscono il sostegno muscolare delle vertebre lombari, per esempio. In più la rigidità muscolare non aiuta, perché limita i tuoi movimenti e ti obbliga a posture forzate, per lo più scorrette.

Ma ci sono tanti accorgimenti di cui puoi tener conto nella tua vita quotidiana, da quando ti svegli, a quando sei a lavoro o in fila al supermercato, a quando dormi.

Come stare seduti.

Evita di sederti sul bordo della sedia: anche se tieni la schiena dritta rischi di affaticare eccessivamente i muscoli e di “collassare” sulle vertebre lombari. Ricorda sempre che gli ischi (le ossa che senti sotto i glutei) costituiscono le tue piante dei piedi quando sei seduto, per cui fai in modo che siano ben piantati sulla sedia. Quando lavori al computer fai attenzione che tra la tastiera ed il bordo della scrivania la distanza sia di 10-15 cm, mentre il viso dovrebbe stare a circa 40 cm dal computer. Importante: schermo altezza occhi!

Alzati!

Se passi tanto tempo seduto, magari a lavoro davanti un computer o sul divano (per rilassarti), considera ogni ora e mezza alzati per sgranchirti i muscoli.
Magari dei piccoli esercizi di stretching che ti permetto di rilassare i muscoli in tensioni ;). Se non lo hai ancora visto ti suggerisco di vedere Stretching collo e spalle

Come stare in piedi.

Lo ripeto sempre a chi studia con me, lo dico anche a te: immagina di risucchiare l’ombelico contro la colonna! Già. Questo farà sì che la tua colonna sia protetta, che tu tenga sempre un certo ‘sostegno’ addominale, per non gravare sulla parte lombare.

Come sei messe ad addome? In questo video workout 5 esercizi per addominali in 5 minuti potrai rafforzare il tuo addome.

Pensa quanto tempo stai in piedi, quando sei in fila al supermercato, quando prendi in braccio tuo figlio, quando stai sui tacchi. Ogni tanto, prova a salire sulla punta dei piedi per riattivare la pompa circolatoria muscolare della gamba. Noterai dei sollievi non indifferenti 😉

Come sollevare pesi. 

Un altro errore spesso comune che si fa con il proprio corpo e quando ci si piega per raccogliere qualcosa caduta oppure in palestra per prendere i pesi per fare gli esercizi.

Attenzione a come ti abbassi. Tieni le gambe e l’oggetto più possibile vicino al tuo busto, schiena dritta e, naturalmente… ombelico risucchiato contro la colonna!

Come dormire.

Prima di tutto il materasso non deve essere troppo morbido. Evita di dormire a pancia in giù. Meglio dormire sul fianco, con un cuscino né troppo alto, né troppo morbido. Dormire bene e fondamentale.

Impara a respirare profondamente. 

Avere i muscoli respiratori ben funzionanti mantiene in salute anche la colonna vertebrale. Impara a respirare bene in questo articolo: Tecniche di Respirazione

Fai tanto stretching. 

Allunga i muscoli posteriori delle gambe e della schiena, sedendoti attaccato al muro, cercando di distendere le gambe in avanti e, successivamente, di piegarti in avanti su di esse. Allunga anche la catena anteriore, sdraiandoti su un fianco, con la testa comodamente appoggiata, prendi la caviglia della gamba superiore, portando il tallone verso il gluteo, crea una tensione anteriore, facendo attenzione a non inarcare la schiena. Ecco un video workout dove ti mostro come fare 5 esercizi per il mal di schiena

Possiamo concludere dicendo che lavorare per avere una postura corretta consiste nel rafforzamento dei muscoli profondi, che sostengono bacino e schiena  e nell’allungamento di quelli più rigidi (cose proprie del Pilates), per rieducarci ad eseguire in maniera più corretta i gesti che si compiono nella vita quotidiana.

E tutto ciò ha grandi effetti benefici su dolori muscolo scheletrici.

Più dritti, più sani, più belli! 😉

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.